Come recuperare file cancellati su uno smartphone

Come recuperare file cancellati su uno smartphone

QUANTE e ripeto QUANTE volte è capitato sul nostro smartphone di eliminare una foto per sbaglio e di non poterla più recuperare? Impossibile dire un numero poiché stiamo parlando di cifre altissime.

Perdere bei ricordi, che siano foto, video, documenti o file, è sempre un dispiacere che con un po’ di impegno può essere evitato.

Infatti recuperare file cancellati sul proprio smartphone è un’operazione possibile. Ovviamente dobbiamo schierarci dalla parte della tecnologia e installare un’applicazione adatta.




Prima di continuare ad illustrare come recuperare file cancellati sul proprio smartphone, voglio che tutti impariate una lezione fondamentale: siate ordinati e imparate a salvare tutti i vostri ricordi in maniera doppia.

Cosa significa questo? Con questa frase voglio farvi capire che non siamo mai al sicuro salvando i nostri ricordi in un sola memoria.

Esempio: se io trasferisco tutte le foto presenti sul mio smartphone al computer, questo non basterà per essere sicuro di non perdere le mie immagini. Perchè, se dovessi perdere il mio computer, perderò automaticamente anche le mie immagini trasferite in precedenza. Invece se io, oltre a salvare le immagini sul computer, le salvo anche su un Hard Disk esterno, allora le possibilità di perdere qualcosa si abbassano notevolmente. E se siamo fifoni ed assolutamente ci teniamo ai nostri ricordi, allora consiglio di salvare il tutto anche su cloud online come Google foto, Drive, DropBox.

Questo è solo un esempio per farvi capire quanto sia importante salvare i nostri ricordi su più memorie, in maniera da mantenerli al sicuro. Se vuoi un consiglio su Hard Disk vieni a leggere la mia recensione sull’Hard Disk esterno Western Digital da 3 Tb.

Finito l’antipasto passiamo alle cose concrete e vediamo come recuperare file cancellati su uno smartphone Android!

come recuperare file cancellati su uno smartphone

 

Iniziamo subito con lo scaricare l’applicazione “Cestino Dumpster”. Una volta avviata, bisogna consentire all’applicazione l’accesso alla memoria del nostro dispositivo e il gioco è fatto. Ora abbiamo, sul nostro smartphone, un vero e proprio cestino come sul PC. Ogni volta che elimineremo un’immagine, quest’ultima verrà automaticamente salvata dall’applicazione e possiamo ripristinarla quando e dove vogliamo.

L’applicazione in sè per sè è gratis ,però è possibile passare alla versione premium a pagamento che ovviamente offre grandi funzionalità.

Infatti il problema di quest’app è quello che pian piano diventa sempre più ingombrante sul nostro smartphone, a causa dei file salvati. Passando alla versione Pro, tutto questo può essere evitato poiché, pagando la misera cifra di 9,99 euri annuali, l’applicazione ci mette a disposizione un cloud (che funge da cestino) da 2 GB.

Io pagherei questi soldi ad occhi chiusi!

Non crediate che 2 GB siano pochi, perché il mini cloud deve fungere da cestino e non da un vero cloud.

Se però non vi accontentate, allora non preoccupatevi: infatti pagando qualche euro in più potrete attivare anche un cloud da 500 GB, cosa a mio avviso sprecata.

I vostri file sono al sicuro non temete più di perdere nulla.




Se la guida ti è piaciuta, fammelo sapere sui vari social. Trovi i collegamenti in fondo a tutto. Ciaoo da SmartPeppe!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi