Passaggio Stazione Spaziale ISS! Come vederla ad occhio nudo?

Come vedere il passaggio della stazione Spaziale Internazionale ISS

Credo che da bambini un po’ tutti abbiamo sognato di conquistare la  luna o magari di pilotare una navicella spaziale. Diversi italiani hanno coronato questo sogno magnifico, molti no. Ovviamente vorremmo che i sogni diventassero concreti sempre, purtroppo dobbiamo essere realisti e per ora possiamo limitarci ad osservare il “Passaggio Stazione Spaziale ISS”.

Sarebbe davvero molto bello poter osservare il passaggio della Stazione Spaziale Internazionale ISS, magari dal nostro balcone e senza ricorrere a strumenti sofisticati, ma solamente usando i nostri occhi!

Sì, ma come disse Totò: sarebbe o è?

Ma certo che è possibile! Continua a leggere l’articolo e scopriamo insieme come osservare i passaggi della stazione Spaziale Internazionale ISS.



Passaggio Stazione Spaziale ISS. Come vederla dalla terra?

Per ammirare i diversi passaggi della stazione Spaziale ISS dalla terra,  non dobbiamo ricorrere a bussole, cartine e matematici, ma ci basterà scaricare questa applicazione: ISS DETECTOR

Ho accennato a questa applicazione anche sul mio precendente articolo: come seguire in diretta la stazione spaziale Internazionale. Consiglio di leggere l’articolo, se siete appassionati di immagini e video mozzafiato fatti a 400 km di altezza.

ISS DETECTOR è la migliore app nel suo campo ed è molto semplice da usare: è alla portata di tutti.

L’applicazione non mostra tutti passaggi dei vari satelliti, ma mostra solo i passaggi visibili a noi.

Per prima cosa installiamo l’applicazione (clicca QUI) sul nostro smartphone o tablet; apriamo l’app e consentiamo l’accesso alla posizione oppure indichiamo direttamente sulla mappa la zona dove ci troviamo e da dove appunto desideriamo avvistare il passaggio della Stazione Spaziale ISS, dopo aver fatto questo abbiamo concluso la configurazione dell’app che ora è pronta e già funzionante.

L’interfaccia è molto semplice: in alto c’è scritto il nome del satellite che sta per effettuare il passaggio sulla terra, per visualizzare il passaggio di altri satelliti (tra cui la stazione spaziale Internazionale ISS) clicchiamo in alto a sinistra e scegliamo, nella lista, il satellite che ci interessa. Cliccando su un satellite, l’applicazione ci fornisce tutti i dati utili per vedere il suo passaggio.



Andiamo ad analizzare tutti i dati sul passaggio della Stazione ISS, e non solo!

passaggio Stazione Spaziale ISS

 

Io ho selezionato il passaggio Stazione Spaziale ISS (nome scritto nella barra in cima alla pagina).

In alto a sinistra ci viene indicato il tempo rimanente al passaggio, in questo caso 4 giorni, 12 ore e 19 minuti; in alto a destra ci viene indicato il tempo in cui la stazione ISS sarà visibile ai nostri occhi, in questo caso 5 minuti e 45 secondi; al centro della pagina è posizionata una grande bussola, che tramite la lancetta ci indicherà precisamente dove guardare per poter osservare il passaggio del satellite.

Oltre a questi dati fondamentali, l’applicazione ci mette a disposizione innumerevoli dati meno importanti come: l’altezza da terra del satellite, in questo caso 411 Km; la velocità, in questo caso 7,66 Km/s; l’elevazione del satellite che va tenuta in considerazione, perché se troppo bassa non ci permette di osservare il passaggio, che sarà coperto dagli altopiani. Infatti se nella nostra posizione sono presenti molti altopiani quest’ultimi potrebbero coprire il passaggio del satellite se l’elevazione è molto bassa: Houston abbiamo un problema!

Eh sì Houston, abbiamo un bel problema!

Per risolverlo ci basterà spostarci su un piccolo altopiano dove magari l’orizzonte è più visibile, oppure aspettare il prossimo passaggio del satellite.

Dalle impostazioni dell’applicazione possiamo impostare le diverse notifiche che ci aiuteranno a non dimenticarci dei passaggi. Infatti ISS Detector ci avviserà qualche minuto prima di un passaggio, e inoltre controllerà se le condizioni meteo sono ottimali.




Riassumendo: se volete ammirare il “Passaggio Stazione Spaziale ISS“, o altri satelliti, allora scaricate questa magnifica applicazione e pochi minuti prima del passaggio seguite la bussola e guardate all’orizzonte.

Di notte però “non riusciamo a vedere la struttura della Stazione Spaziale ISS”.

Allora cos’è di notte che noi vediamo filare dritto e liscio nel cielo?

Vediamo la luce del sole riflessa dalla navicella stessa!

Perciò la vediamo anche di notte; e per lo stesso motivo non la vediamo solcare tutto il cielo su di noi ma solo una piccola porzione di esso, cioè quella parte di cielo dove l’astronauta da là su vede ancora il sole, perché sta più in alto, e noi da qua giù siamo già nel buio. E’ un po’ lo stesso principio della differenza che fa tra chi vive giù in una profonda vallata e chi vive su in alta montagna: l’ombra della montagna copre la vallata subito e li giù in un attimo è buio, mentre chi sale una strada di montagna in salita riesce a “rincorrere il sole” che sta lì lì per tramontare dietro l’orizzonte (diciamo del mare) oppure dietro la cresta della prossima montagna se sei in una zona montuosa (basta andare all’interno d’Italia per verificarlo).

Poi vedi la navicella per un tratto del cielo e non per tutta la volta celeste perchè, quando appare, esce dall’ombra creata dalla Terra nello spazio circostante e poi, quando sparisce, vi rientra (cioè ri-diventa notte anche per l’astronauta).

I due punti del cielo in cui la navicella appare e poi scompare sono indicati dall’app, ma per individuarli nel cielo prima di tutto dobbiamo saperci orientare. Spero che ognuno di noi sappia dire dove si trova il nord rispetto alla propria casa! Se ancora non lo sai, beh direi che hai da fare un passo in più …. ad esempio puoi capirlo vedendo da quale lato si forma il muschio sui tronchi degli alberi, oppure da quale lato ti fai la tua stessa ombra a mezzogiorno (orario solare) quano, appunto, il sole è a sud (attenzione, solo pernoi dell’emisfero settentrionale, cioè sopra l’equatore), oppure puoi usare la bussola che, fantastico, non devi neanche comprare peché è già compresa nell’app stessa!

Quindi, tenendo il tablet in orizzontale, ti accerti che la freccia indicante il nord vada davvero verso il nord che nel frattempo avrai imparato dalla vita quotidiana. …….




Se avete qualche dubbio o qualcosa non è chiaro, allora commentate l’articolo, oppure scrivetemi sui social (trovi i collegamenti in fondo alla pagina)

Se siete appassionati di astronomia vi consiglio di visitare il sito della NASA o magari di scaricare l’applicazione, così da non perdere nessuna notizia.

Ah, quasi me ne dimenticavo: oltre alla soluzione free, potete anche optare per l’applicazione (ISS Detector) a pagamento per avere più funzionalità e nessuna pubblicità. Clicca QUI se vuoi acquistare l’applicazione alla modica cifra di €3.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi