L’uso dei social nel 2018 visto dal piccolo Leone (figlio di Chiara Ferragni e Fedez)

Leone su Instagram

I social media sono strumenti di comunità che ogni giorno si diffondo sempre di più specialmente tra i giovani, ma non solo. Oramai anche mia nonna vuole iscriversi su Instagram per guardare le storie di Antonella Clerici o di Barbara D’Urso. Allo stesso tempo anche mio cuginetto ha un suo profilo Instagram dove segue i suoi calciatori preferiti. Oggi però, analizzo l’uso dei social da un punto di vista diverso: da un bambino! (Leone su Instagram)

I social quindi non hanno età, ma sono adatti a tutti!

I social sono usati principalmente per farsi notare, ma solo l’1% riesce nell’ impresa. Il 99% rimanente preferisce invece amare o soprattutto criticare quell’1% di star che sono diventate famose anche grazie ai social.

Questo fenomeno di critica va sempre aumentando e forse è arrivato il momento di smettere di criticare persone sui social e pensare a costruirsi una vita.

In questi giorni le critiche si sono concentrate su una coppia molto amata dai giovani: l’influencer Chiara Ferragni ed il rapper Fedez.

Come tutti già saprete  la coppia più famosa del web è in festa per la nascita di loro figlio: Leone.

Ovviamente essendo star dei social la coppia ha pubblicato e sta pubblicando foto di Leone su Instagram, vestito con diversi pigiami e sempre alla moda. Dopo la pubblicazione di queste foto il mondo di Instagram si è diviso in tre parti: chi ama già il piccolo Leone; chi lo odia e chi invece non si interessa per nulla.

Il problema è che troppe persone criticano, forse perché hanno dei loro problemi ed hanno bisogno di sfogarsi su qualcuno o su qualcosa. Il problema più grande è il fatto che queste persone insultano un neonato ed i loro genitori da dietro uno schermo e non dal vivo.

Praticamente sto parlando di veri e propri haters, leoni da tastiera ignoranti, ma che grazie ai social purtroppo hanno il diritto di parola.

Le critiche che si stanno muovendo contro Fedez e Chiara sono quasi tutte simili e si riferiscono al fatto che la coppia non dovrebbe pubblicare foto di loro figlio sui social e sopratutto su Instagram.
La critica però è alquanto inutile perché stiamo parlando del figlio di una coppia conosciuta in tutto il mondo. Sicuramente i paparazzi sparsi dappertutto avranno già immortalato alcune immagini del piccolo Leone.
Infatti Leone in un modo o in un altro sicuramente è e sarà un bambino discusso e fotografato in tutto il mondo.

Quindi che problema c’è se i suoi genitori pubblicano le sue foto sui social? Apposto di mantenere tutto segreto ed essere costantemente assaliti da paparazzi?

Il popolo di Instagram però spesso non riesce a formulare questo ragionamento, ma preferisce insultare la coppia con volgari commenti completamente inappropriati.

C’è chi addirittura ha criticato il fatto che il neonato ancora non può decidere se essere fotografato sui social e quindi i genitori non dovrebbero permettersi di fare una cosa del genere.
Il ragionamento però è totalmente infondato perché se fosse così allora perché battezziamo i nostri figli? Perché battezziamo dei bambini senza il loro permesso? Eh perché???

Chi insulta Chiara E Fedez di togliere un diritto al bambino, allo stesso tempo è chi battezza suo figlio.

Ovviamente il battesimo non c’entra nulla con la vicenda, ma è stato tirato in ballo solo per fare un esempio e per far capire quanto siano incoerenti certe persone che credono di togliere il diritto ad un bambino se quest’ultimo viene fotografato, però magari imporgli una religione o altre cose simili non le condannano.




In questo articolo mi sono concentrato sulla faccenda del piccolo Leone, ma sui social esistono anche molti altri casi simili che vengono criticati da alcuni haters che nella vita non hanno altro da fare.

I social da una parte sono uno strumento importante ed utile, ma se usati male diventano uno strumento di distruzione.

L’uso dei social e sopratutto di Instagram sta diventando sempre più una gara tra chi ha più followers e chi sa criticare meglio.

I social sono nati per far esprimere una persona davanti a molte persone, ed allo stesso tempo davanti a nessuno se non davanti uno schermo. Ora invece i social sono e stanno diventando sempre di più un ammasso di persone ignoranti che hanno il solo scopo di offendere (come nel caso del piccolo Leone su Instagram) e diffondere fake news molto provocatorie.

Cerchiamo di cambiare qualcosa! Proviamo ad usare i social per quello che sono nati e non per fare i “leoni da tastiera”.

Ovviamente se vuoi approfondire la questione allora lascia un like sulla mia pagina Facebook per seguire tutti gli articoli sull’attualità vista da un punto di vista tecnologico 4.0. E ricorda di seguirmi su Instagram!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi