Come rintracciare uno smartphone Android perso

Come rintracciare uno smartphone Android perso

Oggi il nostro obbiettivo è quello di rintracciare uno smartphone Android perso. Cosa non facile.

Pensandoci bene, da cosa parte tutto?

Tutto inizia dal fatidico momento quando mettiamo le mani nelle tasche per prendere il nostro amato smartphone ma stranamente lui non c’è. I brividi iniziano a prendere d’assedio il nostro cervello che sta pensando contemporaneamente a due cose: quando l’ho usato l’ultima volta e intanto sta già inventando la scusa da raccontare ai nostri genitori per giustificare l’accaduto.

A parte gli scherzi, perdere uno smartphone è una cosa molto brutta indipendentemente dal prezzo: anche uno smartphone di 80 euro può contenere ricordi preziosi.

Passiamo al sodo del discorso e analizziamo come rintracciare uno smartphone Android perso.

Come rintracciare uno smartphone Android perso

Possedendo un dispositivo Android molto probabilmente avete già preinstallata quest’app nel vostro dispositivo. Se non è così allora installate l’app Find my device premendo QUI. Quest’app, offerta da Google, permette di rintracciare uno smartphone Android.

Si, ma rintracciare come? Non preoccupatevi adesso spiego tutto. L’applicazione è in grado di rintracciare il vostro smartphone Android tramite la geo localizzazione.

Accediamo all’applicazione tramite il nostro account Google (Gmail) e consentiamo all’app di accedere alla posizione di questo dispositivo. Abbiamo attivato l’app sul nostro dispositivo, adesso colleghiamoci, tramite computer, al sito (premi QUI) e accediamo inserendo le credenziali di Google.

Nella homepage del sito sono presenti tutti i nostri dispositivi su cui abbiamo scaricato l’applicazione. Possiamo cliccare su quello che ci interessa per visualizzare lo stato del dispositivo e per localizzarlo. Il dispositivo viene localizzato solo se è attiva la localizzazione (Posizione) sul nostro dispositivo. Una volta selezionato il dispositivo, abbiamo una scelta di tre opzioni, le quali sono sempre utili per rintracciare uno smartphone Android e inoltre non richiedono l’uso della geo localizzazione, ma semplicemente di una connessione ad internet.

Analizziamo queste tre opzioni:

  1. RIPRODUCI AUDIO: direttamente dal nostro computer possiamo avviare una riproduzione, a massimo volume, sul nostro smartphone così che se lo abbiamo perso dentro casa, o comunque sia nelle nostre circostanze, possiamo ritrovarlo capendo da dove proviene il suono.
  2.  BLOCCA: questa opzione ci consente di bloccare il nostro dispositivo, lasciando una schermata con su scritto il messaggio che andiamo a scrivere direttamente noi dal computer. Ad esempio possiamo scrivere: per favore, se trovi il mio smartphone chiama questo numero 38925709879. 
  3. CANCELLA: l’ultima opzione è quella più tragica. Attivandola cancellerà tutti i dati del dispositivo resettandolo e inoltre per usare di nuovo il dispositivo bisognerà accedere al vostro account Google. Pensateci bene prima di attivare questa funzione perché è un coltello a doppia lama: da una parte il ladro, o chi sia, che vi ha rubato il cellulare non visualizzerà nulla perché sarà tutto cancellato, dall’altra parte voi non avrete più la possibilità di localizzare il vostro dispositivo.

Per rintracciare uno smartphone (o qualsiasi altro terminale Android) questa è senza dubbio l’app più sicura. Grazie a find my device potreste riuscire a recuperare uno smartphone rubato, sempre che il ladro non sia una persona molto smart. Quindi state più attenti al vostro dispositivo perché la tecnologia come aiuta noi aiuta anche il ladro. I furti di smartphone sono tanti e noi iniziamo a difenderci scaricando queste app.

A volte invece capita di perdere il proprio dispositivo direttamente dentro casa. O almeno spero che capiti anche a voi, perchè a me capita spesso, molto spesso, troppo spesso. Magari lo appoggio da qualche parte e dopo qualche minuto puntualmente mi sono dimenticato dove e tocca perlustrare tutta la casa (o l’edificio che sia) pur di trovarlo.

Bèh in teoria basterebbe far suonare lo smartphone chiamandolo o usando l’opzione “riproduci audio” (spiegata precedentemente). In pratica NO. Puntualmente ogni volta che appoggio lo smartphone da qualche parte ho la capacità di metterlo in un posto dove non c’è segnale e quindi non posso ricevere chiamate, nemmeno online.

Io dico basta a questa ingiustizia. 

Bisogna risolvere anche questo problema. Risolvere come? Cercando l’app adatta e sopratutto la migliore! Migliore come il mio articolo sulle migliori app android del 2017. 

Come rintracciare uno smartphone Android Eh se si parla di migliore allora ladies and gentlemen ecco a voi: Whistle to Find l’applicazione utile solo per chi sa fischiare! Che significa questo? Significa che vi basterà fischiare per trovare il vostro dispositivo. Come? Con la bocca, quello è sicuro. Ah, state chiedendo come funziona l’applicazione? L’applicazione rileva il suono del fischio, e una volta scaricata e attivata ci basterà fischiare per far riprodurre un brano al nostro smartphone, in modo che, se si trova nelle nostre circostanze, riusciamo a capire subito il posto preciso in cui si trova. 

GENIALE! E lo sapete perché è geniale? Perché non servirà nessuna connessione ad internet, l’importante è avere una bocca e un paio di labbra.

Se davvero non sapete minimamente fischiare non preoccupatevi: esiste un’ applicazione simile (prodotta dalla stessa azienda) che permette di far suonare il proprio dispositivo semplicemente battendo le mani. Premi QUI per scaricarla!

Io concludo così, spero che durante la lettura degli articoli non vi siate annoiati o abbiate perso il vostro smartphone/tablet.

PS: un ringraziamento speciale al mio amico Erasmo che dopo aver perso il cellulare mi ha dato l’idea di scrivere questo articolo.

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi